Come posizionarsi gratis su Google con il tuo ristorante

Una domanda sorge spontanea quando si effettua una ricerca sul motore di ricerca più usato in Italia, e cioé: come è possibile posizionarsi ai primi posti su Google per il proprio ristorante? E come è possibile farlo gratis?

E’ quel che cercheremo di scoprire in questo post, nel quale ti spiegherò la semplice strategia per riuscire a posizionarti ai primi posti su Google con il tuo locale.

Indice

Apri Google dal tuo PC o dal tuo telefonino ed effettua la ricerca: “ristorante a xxx” mettendo, al posto delle xxx, il nome della tua città.

A me compare la seguente schermata (Suddivisa in due parti per mostrartela tutta):

prima pagina google

A tal proposito è bene chiarire una cosa, che spesso è fonte di equivoci:

se anche tu dovessi effettuare la mia stessa ricerca, i tuoi risultati sarebbero diversi. Tra l’altro, anche se cerchi dal cellulare rispetto a chi effettua la ricerca dal PC, otterrà risultati differenti. Se sei “loggato”, ossia se hai inserito le credenziali su Google, magari perché utilizzi Gmail, i risultati saranno ancor più diversi perché, in questo caso, Google tiene conto delle tue preferenze, delle tue abitudini di ricerca e di cosa pubblicano le tue “cerchie” di persone.

Questo discorso esula dal contesto del post ma era giusto fare chiarezza, anche perché poi capita di lavorare con il titolare di un ristorante che vede una ricerca diversa da quella di un cliente o dello stesso professionista che gli cura il marketing o comunque il posizionamento sui motori di ricerca.

Come puoi vedere dall’immagine, i primi risultati quando si cerca “ristoranti a Torino” sono quelli sponsorizzati. Per apparire in quelle posizioni si utilizza Google Adwords, ossia il servizio di pubblicazione degli annunci a pagamento da parte di Google.

Apparire in queste posizioni, ovviamente, ti garantisce un sacco

Come e perché essere posizionati in prima pagina su Google

La risposta è semplice e banale: perché le persone ti cercano su Google.

Anzi, diciamola meglio: le persone cercano i ristoranti su Google.

E, già che ci siamo, approfondiamo ulteriormente: le persone cercano i ristoranti su Google in due modi:

  1. Con calma, da casa o dall’ufficio, scelgono il locale per una cena speciale o la celebrazione di un evento;
  2. Mentre sono in giro, per turismo o lavoro, e cercano un locale nelle vicinanze in cui cenare o pranzare subito.

Il punto 1. significa, semplicemente, che le persone iniziano a cercare un ristorante per un evento speciale o una cena e si prende il tempo necessario per decidere e scegliere. E non si limita a Google, anzi. Va su TripAdvisor, guarda la classifica, inizia a leggere le recensioni. Poi, inizia a tenere sotto controllo 3 o 4 locali che sembrano fare al caso suo e torna su Google per cercare i siti di questi ristoranti. Ne valuta la qualità, guarda le foto, va alla scoperta del menu. Poi, sceglie dove prenotare.

Questo è il motivo per il quale, se possiedi un ristorante, devi:

  • Avere un sito web originale (non quelli tutti uguali che ti propongono gli agenti porta-a-porta o i call center), contenente il menu, il listino prezzi, foto dei piatti e del locale, le testimonianze, eccetera eccetera. Con l’immancabile modulo contatti per prendere le prenotazioni online;
  • essere presente su Google almeno con il nome del tuo ristorante (se hai un sito, al 90% comparirà)
  • avere recensioni positive su TripAdvisor (per scoprire come averne a centinaia, leggi questo post)

Il punto 2 inserisce un ulteriore aspetto relativo alla tua presenza online al fine di ottenere un elevato numero di prenotazioni.

Le prenotazioni dal cellulare stanno esplodendo!

Quando ci si trova in giro, per turismo, o per lavoro, si è ormai soliti svolgere un’operazione: prendere il telefonino, cercare su Google come abbiamo visto all’inizio del post, ed effettuare una prenotazione immediata per il pranzo o la cena!

E’ stato dimostrato come la percentuale di “conversioni”, ossia di persone che, dopo aver visitato un sito tramite la ricerca su Google, dal proprio telefonino e, quindi, in mobilità, prenota subito un tavolo è decisamente più elevata rispetto alle altre forme di ricerca. Stiamo parlando del 40% circa!

Cioè, 4 persone su 10 che cercano un ristorante dal telefonino, poi prenotano DAVVERO un tavolo!

Questo significa che se vuoi che una parte di quelle persone che prenoteranno un tavolo dal cellulare, allora DEVI essere posizionato su Google.

Come?

Come posizionarsi su Google con il proprio ristorante

Le strade sono 3:

  1. Pagando, tramite la pubblicazione di annunci su Google Adwords
  2. Posizionandoti in modo “naturale” e gratuito, nella ricerca organica
  3. Posizionandoti, gratuitamente, nello spazio riservato al Local 3-Pack

La pubblicazione di annunci su Adwords ha un grande vantaggio: hanno una percentuale di click davvero elevata. E questo è piuttosto logico, visto che sono i primi risultati ad apparire quando si effettua una ricerca.

Le controindicazioni sono due, però: occorre pagare, e le cifre sono anche abbastanza alte visto che si tratta di parole chiave con molta concorrenza e molto ambite, ed è piuttosto difficile pensare di poter gestire da soli la creazione e la programmazione degli annunci.

Su Facebook Ads, ad esempio, come spiego in questo post, è tutto molto più semplice e meno costoso: con un budget di pochi euro al giorno puoi creare le tue inserzioni e, data la semplicità di creazione e gestione di tutta la piattaforma pubblicitaria del famoso social, puoi gestire tutto da solo, senza dover pagare qualcuno per farlo.

Posizionarsi in modo naturale su Google ha rappresentato, per anni, una miniera d’oro per chi, con lungimiranza, aveva investito in questa attività. Fino a un paio di anni fa, infatti, le ricerche di Google erano “pulite”, cioè, a parte un paio di inserzioni sponsorizzate, erano tutti risultati organici. Non c’era il Google Local 3-Pack, non c’erano i video, non c’erano le immagini, non c’erano le interazioni con i post delle tue “cerchie” di Google +.

Inoltre, particolare non da poco, la gente usava Google solo dal computer e questo faceva sì che anche essere posizionati in fondo alla prima pagina poteva portare molti accessi e, di conseguenza, molte prenotazioni.

Oggi le cose sono notevolmente cambiate: la maggior parte delle persone usano internet solo dal cellulare e la pagina di Google appare come quella che abbiamo visto all’inzio del post, ossia piena di inserzioni pubblicitarie, di indirizzi di Google Maps e, magari, video o immagini. Il risultato è che gli utenti tendono a cliccare solo i primi 2 o 3 risultati organici.

Questo significa che solo chi è ai primissimi posti per le ricerche più importanti correlate alla tua attività otterrà delle visite da Google senza pagare.

Quindi la scelta è: o si paga un esperto SEO, ossia un professionista che si occupa di posizionare il sito per delle parole chiave, o si agisce in modo differente, ossia puntando sugli altri due punti: Google Adwords o Local 3-Pack.

Prima di spiegarti in cosa consiste il Local 3-Pack, ti anticipo già che gli esperti SEO sono molto, molto costosi, a meno che non vi affidiate a quelli che si propongono di persona tramite agenti o mediante telefonate dai call center promettendoti grandi risultati a costi fissi. Un vero SEO non va alla ricerca di clienti ma si fa trovare da loro.

Come funziona il Local 3-Pack

Il local 3-Pack sono i primi 3 risultati che appaiono quando si ricerca un’attività locale su Google, risultati a pagamento esclusi.

Se cerchi “Ristoranti a Torino” su Google, saranno visualizzati 3 risultati come quelli in figura:

Local Search Ristoranti

Nota bene: questa è l’immagine relativa alla MIA ricerca. La tua può differire a seconda del luogo in cui ti trovi poiché, come abbiamo già visto, specie se la ricerca avviene tramite cellulare, i risultati saranno relativi alla propria posizione.

Cosa rappresentano questi 3 risultati?

Rappresentano altrettanti pagine di Google MyBusiness.

Ogni ristorante dovrebbe avere una pagina Google MyBusiness, sia perché è gratuita, sia perché è indispensabile. Verifica la tua presenza inserendo la tua attività qui:

https://www.google.it/business/

entra e verifica l’esistenza della scheda relativa alla tua attività.

Se non esiste, la devi creare (qui trovi un mio video nel quale ti spiego come fare: http://www.businessboom.it/video-come-creare-la-pagina-su-google-my-business/).

Se esiste, ne devi prendere possesso. La pagina, infatti, è tua e di nessun altro! Nessuno la può gestire al posto tuo a meno che non sia tu a consentirglielo. Pertanto, entra nella scheda e, come in figura, clicca dove c’è scritto: “Sei il proprietario di questa attività?”

Google Maps ristoranti

Segui la procedura ed entro pochi giorni ti verrà recapitata, in sede, una busta di Google contenente il PIN per accedere al controllo della pagina.

In questa pagina è possibile, anzi, è indispensabile, inserire un sacco di informazioni utili ai tuoi potenziali clienti:

  • L’indirizzo e il numero di telefono;
  • Gli orari di apertura (molto, molto importanti!)
  • Le foto del locale

Come si può vedere dalla figura, compaiono anche le recensioni da parte degli utenti. Pertanto, non solo su TripAdvisor è possibile ricevere recensioni per il proprio locale ma anche su questo strumento, oltre che nella propria pagina Facebook.

Nella figura relativa alla ricerca di Google, appaiono quindi 3 risultati ma, ovviamente, non si tratta di tutti i ristoranti che ci sono nelle vicinanze. Si tratta, appunto, dei primi 3. Cliccando su: “Altri luoghi” compaiono molte altre attività. Anche sulla mappa è possibile visualizzare, con i vari pallini rossi, la presenza di altri ristoranti in zona.

Come vengono “classificati” questi risultati? E come è possibile, appunto, essere tra i primi 3, visto che questi godranno di un vantaggio incredibile rispetto alla concorrenza?

Come apparire ai primi posti nella Google Maps

La prima cosa che occorre fare è compilare tutti i campi della propria scheda. Orari, indirizzo, foto e tutto quel che può essere utile inserire.

Poi, occorre puntare ad avere quante più recensioni possibile ed averle positive. Come spiego nel mio libro “Ricetta Vincente, come avere il ristorante sempre pieno nonostante la crisi“, è possibile incentivare le recensioni dei clienti sia relativamente a TripAdvisor che a Google e Facebook.

Quindi, più recensioni si ottengono più la possibilità di scalare le posizioni su Google Maps aumenteranno.

Ma esistono altri fattori che sono molto utili.

Uno di questo è il numero di volte che la scheda viene cliccata. Se molte persone che cercano “ristoranti nella tua città”, cliccano sulla tua scheda, allora per Google questo è un aspetto positivo e, di conseguenza, di premierà.

Come è possibile aumentare la percentuale di click sulla propria scheda? Uno dei mezzi più semplici è quello di inserire delle foto accattivanti, ben realizzate. Meglio ancora se realizzate da dei professionisti fotografi certificati da Google. Grazie a loro potrai avere anche qualcosa di più che semplici foto ma veri e propri tour virtuali del proprio ristorante. Visita la pagina di Google Business View per saperne di più e trovare l’elenco dei fotografi certificati.

Google-Business-View

Anche se non viene comunicato ufficialmente, usufruire dei servizi di un fotografo certificato Google può fornire dei vantaggi diretti (più persone che cliccano), e indiretti (Google che ti premia posizionandoti meglio).

Un altro aspetto importante per scalare le classifiche è quella di far aumentare la popolarità del tuo ristorante sul web. Ottenere link in vari siti, ottenere citazioni, recensioni… significa aumentare la popolarità online del tuo ristorante.

Pertanto, fai in modo che si parli del tuo locale il più possibile.

Crea una scheda relativa al tuo locale ovunque sia possibile, non solo su TripAdvisor, ma anche su tutti i vari siti che consentono di farlo, da The Fork a 2Spaghi. Inoltre, dovresti creare delle iniziative tali da attirare l’attenzione di blogger e giornalisti. Tutto questo fa aumentare la popolarità del tuo ristorante.

E’ infatti abbastanza evidente come, nelle ricerche “Local”, Google tenda a privilegiare, esattamente come fa con i risultati di ricerca, le attività di maggior successo, quelle cioè di cui si parla di più.

Google, peraltro, dichiara ufficialmente che: “Non è in alcun modo possibile richiedere un posizionamento locale migliore su Google né pagare per ottenerlo”.

copertinapuulitaMettendo in pratica quel che hai letto su questo post, e, ancor di più, leggendo il mio libro: “Ricetta Vincente, come avere il ristorante sempre pieno di clienti nonostante la crisi“, che puoi acquistare cliccando qui: https://www.ricettavincente.it/libro sarai in grado di migliorare la popolarità del tuo ristorante e, di conseguenza, migliorare il posizionamento del tuo ristorante su Google e su Google Maps.

L’unica strategia gratuita per ottenere nuovi clienti da Google è quella di riuscire a posizionarsi su Google e su Google Maps.

 

Se questo articolo ti è stato utile, ti chiedo solo di “donarmi” un semplice “+1” cliccando sul pulsante qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *