Non illuderti, né Cannavacciuolo né Gordon Ramsey porterebbero al successo il tuo ristorante

Adoro i programmi come “Cucine da Incubo“, sia nella versione inglese e americana che in quella italiana, curata dal simpaticissimo e formidabile chef Antonino Cannavacciulo.

Immagino tutti conosciate il programma in questione:

lo chef, Gordon Ramsey nella versione americana e Antonino Cannavacciulo in quella italiana, viene chiamato dal titolare di un ristorante in crisi, che ne richiede l’intervento. Lo Chef arriva, assaggia alcuni piatti del menu, li commenta schifato, poi osserva come si comporta il personale di sala e quello di cucina durante un servizio serale e, infine, spiega perché le cose non funzionano. Rileva i problemi, fornisce delle soluzioni. Fa vedere un paio di trucchi di cucina, poi lavora sulla psicologia di titolare e staff. Infine, ristruttura il locale, rinnova il menu e il ristorante si riempie magicamente di clienti entusiasti.

Se hai un ristorante immagino tu sappia già quali sono i limiti di quei programmi, ma credo tu non abbia colto appieno quali sono i reali motivi per i quali se anche domani arrivasse Cannavacciulo nel tuo ristorante, non riuscirebbe a farti avere il successo che credi di meritare.

Il programma deve, inevitabilmente, esagerare alcuni aspetti anche se, da frequentatore, per professione, di ristoranti, posso dire che accade in almeno la metà dei locali di trovare delle magagne piuttosto vistose. Piatti incompleti, non buoni, in taluni casi immangiabili e personale non all’altezza. Poi, ovviamente, se Cannavacciulo o Ramsey andassero in un ristorante in cui i piatti sono buoni, l’arredamento è discreto, il cuoco bravo e il personale preparato, allora non avrebbe senso girare una puntata della trasmissione.

Anche perché ogni puntata ha un costo, e piuttosto elevato. Nella versione italiana, chiaramente girata con un budget inferiore rispetto a quella per gli Stati Uniti, comunque viene sempre ristrutturato un locale… e questo ha un costo nell’ordine di qualche migliaio di euro.

Ma non è questo quel che mi interessa sottolineare, quanto l’errore, davvero grave, che programmi di questo tipo commettono, non facendo progredire in alcun modo la categoria.

L’errore che viene commesso è quello di considerare che, una volta risolti i classici problemi di un ristorante, ossia:

  1. L’utilizzo di materie prime di scarsa qualità;
  2. Titolare non competente, troppo nervoso o troppo accondiscendente;
  3. Cuoco non all’altezza;
  4. Piatti non da ristorante;
  5. Arredamento fatiscente o vecchio;
  6. Mancanza di pulizia;
  7. Assenza di un servizio adeguato;
  8. Soci che litigano e che spesso sono anche legati da parentela;

allora il ristorante in questione è destinato a decollare e ad avere grande successo.

NON E’ COSI’ e continuare a diffondere questo messaggio è sbagliato!

La maggior parte dei locali non è affatto messa male come appare nei programmi televisivi. Certo, ognuno degli 8 punti visti in precedenza è chiaramente riscontrabile e rilevabile nella maggioranza dei ristoranti italiani, ma raramente la situazione è così drammatica.

Ciò che volutamente i programmi televisivi ignorano è il fatto che, oggi, un ristorante, per avere successo, non deve limitarsi a offrire pietanze succulente al giusto prezzo, ma deve essere in grado di implementare delle strategie di marketing finalizzate all’acquisizione, e alla fidelizzazione, di nuovi clienti!

Nel tuo ristorante probabilmente si mangia bene, utilizzi materie prime di qualità e sia il personale di cucina, a cominciare dal cuoco, che quello di sala, pur con qualche eccezione, sono di buon livello. Inoltre, sono pronto a scommettere che il tuo locale è pulito e l’arredamento è, in qualche modo, adeguato.

E allora, a che ti servirebbe Cannavacciulo? A niente, perché se non puoi permetterti di assumere uno Chef stellato e, quindi, poter godere di un marketing naturale e gratuito (ma lo Chef lo paghi, eccome se lo paghi!) che ti riempie il locale ogni sera senza che tu faccia niente altro che preoccuparti di fare in modo che tutto funzioni alla perfezione, allora la situazione è un po’ più complicata.

Assumi Cannavacciulo in cucina e allora sì che il tuo ristorante si riempirà senza che tu debba fare altro.

Ma se non puoi permetterti uno chef stellato, o aspirante tale, allora devi assolutamente avere una strategia di marketing a 360°, come quella che insegno nel mio libro: “I 5 Segreti per portare al successo il tuo ristorante“.

Non ti basteranno i piatti ben preparati, le materie prime di qualità, la cortesia del personale e i prezzi giusti per avere successo.

 

Prima di leggere il resto del post, che ne dici di cliccare sul pulsante qui sotto per ripagare il mio impegno? Grazie mille davvero!

 

Ciò che caratterizza i ristoranti di maggior successo è altro.

Un ristorante, per avere successo, deve:

  1. Avere una strategia di acquisizione di nuovi clienti;
  2. Posizionarsi nella mente delle persone come specializzato in qualcosa o per il modo in cui si differenzia dalla massa degli altri ristoranti tutti uguali;
  3. Comunicare in modo adeguato con i potenziali clienti e con i clienti già acquisiti;
  4. Fidelizzare i clienti in modo da garantirsi il loro ritorno nel tempo;
  5. Studiare strategie che consentano di aumentare la spesa media del cliente;

Questi 5 punti, di cui nessun programma televisivo parla, sono quelli che possono portare DAVVERO al successo il tuo ristorante, senza dover assumere un consulente, senza dover ristrutturare tutto il locale, senza dover cambiare chef e rivoluzionare il modo in cui hai lavorato in tutti questi anni.

Perché sì, è vero, tantissime persone si sono improvvisate titolari di ristoranti ma probabilmente non è il tuo caso. Tu non hai bisogno di cambiare tutto, tu hai bisogno, semplicemente, di capire come trovare nuovi clienti, come fidelizzarli in modo che tornino da te in modo costante e come far loro spendere di più.

Questo è ciò che ti serve.

E questo è quel che insegno a fare nel mio eBook: “I 5 Segreti per portare al successo il tuo ristorante“.

L’eBook è disponibile GRATUITAMENTE e, grazie ad esso, potrai scoprire come portare al successo il tuo ristorante con delle strategie che funzionano veramente perché provate da decine e decine di titolari di locali, senza berti le divertenti, ma irreali, rappresentazioni della realtà che vengono mostrate in televisione e che vanno ora tanto di moda.

Clicca qui per procurartene un copia (consegna immediata e GRATUITA!):

http://ricettavincente.it/ricettavincente.html

 

ebookpost

Commenti

  1. antonino dice

    Come un programma televisivo anche un libro nn può assicurarti il locale sempre pieno..sono gli interpreti che contano!!e il lavoro costante tutti i giorni..e un sacco di pazienza..e i mezzi economici…”purtroppo”.

    • Emiliano Lemma dice

      Antonino, purtroppo il solo lavoro duro e la pazienza non bastano a portare grandi risultati. Il mondo è pieno di gente che si fa un mazzo così e riesce a stento a sopravvivere.
      Certo, non sarà un libro a trasformare il tuo locale in un ristorante di successo, ma sicuramente può illuminare il tuo percorso e farti capire che esistono delle strategie che possono portarti nuovi clienti senza che tu abbia grandi “mezzi economici”.
      Ti stupiresti infatti nello scoprire che, probabilmente, potresti risparmiare sui soldi che spendi per il tuo sito web, i volantini, le sponsorizzazioni e altro e creare delle campagne di marketing che DAVVERO ti portano clienti reali e da fidelizzare nel tempo.
      Però se si pensa che non sia possibile perché servono i mezzi economici e che basti lavorare duro e basta… allora… ti faccio i miei più cari auguri, perché purtroppo ne hai bisogno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *